(Ri)Partiamo

Si sta ripartendo.
E' da un anno che attendiamo di ritornare nei luoghi del cuore, dove ci sentiamo a casa, dove la Madonna appare, dove è apparsa, dove ci sono i Santi, dove sfiorare il mistero della presenza di Dio è più facile.

Condizioni per viaggiare in questo tempo di pandemia

Per i Viaggi a San Giovanni Rotondo

in Italia non è richiesta alcuna documentazione in quanto lo spostammento avviene tra regioni bianche/gialle.

Attendiamo delucidazioni in merito alla necessità o meno del Green Pass negli Hotel per quanto riguarda l'obbligo dello stesso al ristorante.


Per i Viaggi a Lourdes 

La normativa francese per l'ingresso nel paese - quindi per il primo giorno di pellegrinaggio - recita così:

Tutti i viaggiatori provenienti da Paesi "Verdi" potranno entrare in Francia senza alcun tampone ma soltanto se già vaccinati (2 settimane dopo la seconda dose dei vaccini Pfizer, Moderna e Astrazeneca; oppure 4 settimane dopo la somministrazione del vaccino Johnson&Johnson; oppure 2 settimane dopo la prima dose di vaccino approvato dall’EMA per le persone guarite da una precedente infezione da COVID 19). 

In caso di assenza totale o parziale di vaccinazione, i viaggiatori maggiori di 11 anni di età potranno entrare in Francia sia con un test PCR che con un test antigenico, con risultato negativo, effettuato meno di 72 ore prima della partenza.

La normativa italiana per il ritorno a casa recita così - per l'ultimo giorno del pellegrinaggio - recita così:

Per l'ingresso /rientro in Italia dai Paesi dell’elenco C (Francia), sono previste le misure seguenti. 
In base all’Ordinanza 18 giugno 2021, dal 21 giugno è inoltre obbligatorio presentare la Certificazione Verde Covid-19 rilasciata o riconosciuta ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lett. c), del decreto legge 22 aprile 2021, n. 52 , da cui risulti, alternativamente: 
• avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, con attestazione del completamento del prescritto ciclo vaccinale da almeno quattordici giorni;
• avvenuta guarigione da COVID-19, con contestuale cessazione dell'isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2;
• effettuazione, nelle quarantotto ore antecedenti all'ingresso nel territorio nazionale, di test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2.
I bambini al di sotto dei sei (6) anni di età sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico, ma non dall’obbligo dell’isolamento, ove previsto. I minori di diciotto (18) anni sono esentati dall’obbligo di isolamento (ove previsto) solo nel caso in cui siano accompagnati da un adulto (genitore o altro accompagnatore) in possesso di Certificazione verde Covid.

In altre parole:
- Se sei vaccinato/a o guarito dal Covid porta con te la certificazione verde che hai scaricato e non devi fare nulla.

Soltanto un semplice adempimento per il ritorno di compilazione del formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF) in deroga permesso anche cartaceo (vi daremo istruzioni per come compilarlo prima di partire; è un documento semplice..)

- Se non sei vaccinato, alla partenza porterai con te il risultato del test negativo che hai effettuato.
Il penultimo giorno a Lourdes potrai recarti in una farmacia o luogo idoneo per il test, il cui risultato porterai con te. 
Puoi anche in deroga non sottoporti al test e farlo entro 48 h dal tuo rientro se scegli l'isolamento fiduciario al ritorno (sconsigliato se viaggi in aereo dove è conveniente per sbrigare le operazioni di imbarco avere già tutto a portata di mano).

N.B. La guida o il tour operator non sono per ragioni di privacy tenuti al controllo dei tuoi documenti. 
E' tua responsabilità avere compreso e adempiere ai doveri di legge e autocertificare la negatività e mancanza di sintomi correlati al Covid-19. 
L’impossibilità del partecipante a proseguire il viaggio per la mancanza o inesattezza di questi ultimi non comporterà alcun rimborso da parte dell’organizzazione e tutte le spese per il ritorno dal luogo della frontiera o altro luogo sono a carico del partecipante. 
Quello che possiamo fare è aiutarti nelle operazioni con molto piacere.


Per i Viaggi a Medjugorje

La normativa bosniaca per l'ingresso nel paese - quindi per il primo giorno di pellegrinaggio - recita così:

A partire dal 12 giugno 2021, l'ingresso dei cittadini stranieri in Bosnia Erzegovina è condizionato alla presentazione, alle Autorità di frontiera, alternativamente:
- dei risultati di un test PCR o antigenico rapido per il virus COVID-19 che attesti la negatività dell'individuo, non più vecchio di 48 ore;
- di un certificato che attesti che l’individuo ha ricevuto la seconda dose di vaccino COVID-19 (o una dose nel caso in cui si tratti di un vaccino a dose unica) almeno 14 giorni prima dell’arrivo in Bosnia Erzegovina;
- di un certificato rilasciato da un medico attestante che l’individuo ha superato la malattia da COVID-19 nel periodo compreso tra i 14 e i 180 giorni antecedenti all’arrivo in Bosnia Erzegovina.
In altre parole le stesse condizioni del Green Pass Europeo!

E’ consentito l’ingresso nel Paese con il passaporto o la carta di identità (elettronica o cartacea) valida per l'espatrio. La data di scadenza dei documenti deve eccedere di almeno 3 mesi il periodo previsto di soggiorno in Bosnia Erzegovina.

Al ritorno in Italia, l'ultimo giorno, per chi ha soggiornato in uno di questi stati l'ingresso è consentito alle seguenti condizioni:
- compilazione del modulo dPLF (modulo di localizzazione digitale);
- Tampone effettuato nelle 72h precedenti (si può fare a Medjugorje il penultimo giorno prima di partire!)
- Isolamento fiduciario cautelativo di 5 giorni + tampone al termine dell'isolamento lasciato alla responsabilità personale 


Altre domande e risposte utili

Che cos'è il Green Pass?

Il Green Pass è un certificato che dal 1° luglio 2021 consentirà di spostarsi all’interno dell’UE (per i nostri pellegrinaggi si intende per Lourdes, per Fatima e per l'Italia solo se le regioni non sono in zona bianca o gialla) senza dover essere sottoposti a test e quarantene.


Il certificato è obbligatorio?


No, il certificato non è obbligatorio per viaggiare in Europa ma chi ne è sprovvisto all’arrivo del paese di destinazione dovrà sottostare alle disposizioni eventualmente previste in quello Stato in materia di prevenzione anti Covid (test o quarantene).

Cosa attesta il Green Pass?


Il Green Pass attesta per ogni cittadino dell’UE o l’avvenuta vaccinazione, o l’avvenuta guarigione o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico.

Per chi è vaccinato: 

Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale, ossia le due dosi per Pfizer, Moderna e Astrazeneca saranno esentate da test e/o quarantene.

Le persone che hanno ricevuto solo  la prima dose o l’unica dose J&J saranno esentate da test e/o quarantene dopo 14 giorni dalla somministrazione.

Per chi è guarito:

Chi è guarito dal Covid-19 è esentato da dover fare test e/o quarantene nei 180 giorni successivi al test Pcr  positivo, che attesta l’avvenuta infezione.

I tamponi:

Chi non è stato vaccinato e non ha contratto il virus, per spostarsi liberamente all’interno dell’UE deve sottoporsi ad un test (sono esclusi quelli fai da te) che, se negativo, dà diritto ad un pass a tempo. A livello comunitario è stato individuato in 72 ore per i Pcr o molecolari, mentre per quelli rapidi antigenici in 48 ore.

Chi rilascia il certificato?


Il Green Pass sarà gratuito e disponibile in tutte le lingue UE. Potrà essere cartaceo o digitale. Viene rilasciato da enti diversi in base alla tipologia.

Il Green Pass per vaccinazione viene rilasciato dalla struttura sanitaria o dal servizio sanitario regionale di competenza.

Quello per avvenuta guarigione viene rilasciato dalla struttura ospedaliera presso cui è stato effettuato il ricovero, dall’Asl competente e dai medici di medicina generale o dai pediatri in caso di non ricovero.

Il Green Pass da test antigenico o molecolare viene rilasciato dalle strutture sanitarie pubbliche o private, dalle farmacie o dai medici che erogano il test.

Come ottenere il certificato?


-Sul seguente sito tramite Tessera Sanitaria 

https://www.dgc.gov.it/spa/public/home

-Sul seguente tramite Spid:

https://www.dgc.gov.it/spa/auth/login

-Dal sito del Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale

https://www.fascicolosanitario.gov.it/fascicoli-regionali

-Scaricando AppImmuni o AppIO

- Chi è meno tecnologico può rivolgersi al proprio medico di famiglia o pediatra. Oppure in farmacia. 

Il green pass serve anche per i viaggi in Italia?


La certificazione verde può essere richiesta in caso di alcuni eventi o per spostarsi in entrata e uscita da territori classificati come “zona rossa” o “zona arancione”.
Attendiamo delucidazioni in merito alla necessità o meno del Green Pass negli Hotel per quanto riguarda l'obbligo dello stesso al ristorante.

I viaggi in pullman sono possibili?


Si, tutti i nostri bus sono stati accuratamente sanificati come da disposizioni di legge e la pulizia dei mezzi, da sempre una nostra prerogativa, sarà ancora più minuziosa.
Rispetteremo le regole del distanziamento stabilite. Ad esempio se parti dal Nord in pullman per un pellegrinaggio i nostri Pullman Platinum e Golden Class prevedono  già una distanza tra i sedili molto più elevata rispetto ad un pullman tradizionale e per questo ci sentiamo sicuri.

Si può viaggiare in aereo?


Si, gli aeroporti hanno riaperto i loro terminal e quasi tutte le rotte nazionali e internazioni sono state riattivate e le compagnie, adottando le misure di sicurezza e prevenzione del contagio, stanno riaprendo le prenotazioni dei voli. 

Gli Hotel sono sicuri?


Se già ci conosci sai che scegliamo i nostri Hotel non solo per la categoria 4 stelle ad esempio, ma soprattutto per gli elevati standard di pulizia.
Ancor più per questo discorso possiamo affermare che ci sentiamo tranquilli. Gli Hotel con cui collaboriamo hanno sfruttato questi mesi di chiusura per procedere alla sanificazione. Per i ristoranti si organizzeranno ad hoc con le misure di distanziamento. Anche gli staff sono stati istruiti per lavorare in sicurezza.

Lo sai? Abbiamo integrato l'assicurazione medico-bagaglio con una protezione Covid-19!


Regaliamo GRATIS a tutti i partecipanti ai pellegrinaggi l’integrazione Covid-19 nuove garanzie e utili prestazioni di assistenza a supporto dei viaggiatori che potrebbero trovarsi a dover affrontare nella peggiore e neanche immaginabile occasione di una conseguenza di un contagio da Covid-19.
Si tratta di una diaria giornaliera in caso di infezione diagnosticata durante il soggiorno, di una indennità da convalescenza post terapia intensiva e ulteriori prestazioni di Assistenza  (es. consulto psicologico, servizio di Second Opinion, attivazione di un abbonamento temporaneo a servizi di streaming video o di un quotidiano online.)

Scopri di più alla pagina Assicurazioni Garanzie Covid-19 >>

Ho paura a prenotare, e se poi devo annullare? Perdo i soldi?


I partecipanti ai Pellegrinaggi Bianco Viaggi possono facoltativamente in sede di iscrizione scegliere di stipulare un'ulteriore Polizza contro l'Annullamento, la cui denominazione è Filo Diretto Easy. Con la formula All Risk, si indennizza l'assicurato che debba annullare il viaggio per qualsiasi motivo occorso successivamente alla prenotazione, determinato da qualsiasi evento non prevedibile, oggettivamente documentabile, indipendente dalla volontà dell'Assicurato e tale da comportare l'impossibilità ad intraprendere il viaggio. 
Ovviamente la polizza copre per l'annullamento del viaggio a seguito di infezione da Covid 19.

Ti sei iscritto, successivamente ti ammali o si ammala qualcuno dei tuoi famigliari o sul posto di lavoro e sei costretto all'isolamento? La polizza coprirà questo danno e ti rimborserà delle penali dovute all'annullamento.
Scopri di più alla pagina Assicurazioni Garanzie Covid-19 >>

Ho un voucher per una prenotazione che avevo fatto nel 2019 e nel 2020, è scaduto?


Assolutamente NO! Nessuna delle quote versate va perduta! 
Abbiamo recepito le misure del Decreto Cura Italia del 17 Marzo 2020, l'articolo 88-bis e successive modifiche (Agosto 2020 e Maggio 2021), per cui la validità dei voucher è di 24 mesi dalla loro emissione.
Potrai utilizzarla per un viaggio nel 2021 oppure per una prenotazione di un viaggio nel 2022.
Tutte le persone iscritte hanno accolto la possibilità di congelare la prenotazione per partire in sicurezza.
Il pellegrinaggio, a differenza di una vacanza, coinvolge pochi giorni e ha costi contenuti.
Ma soprattutto è un desiderio del cuore. Una delle frasi più frequenti nelle nostre telefonate è stata questa: “Noi abbiamo il desiderio di andare appena sarà possibile”.
Abbiamo cercato di dimostrare duttilità nella gestione delle pratiche ascoltando le varie esigenze e rassicurando tutti. Da parte nostra ci sarà ancora totale e completa disponibilità.

Sono in difficoltà economiche, non posso pagare subito tutto, ma vorrei partire, come faccio?


Non preoccuparti, puoi aderire alla nostra forma di pagamento innovativa.
Parti ora,paghi dopo. Paghi il tuo viaggio in 3 rate di uguale importo, con scadenza ogni 4 settimane; Se rispetti le scadenze, pagherai solo il costo dell'articolo che hai acquistato, senza interessi e senza costi aggiuntivi. 
Il mini finanziamento viene approvato in 2 minuti di orologio inserendo i tuoi dati e una carta di credito non ricaricabile. Non serviranno altri documenti!
Durante la prenotazione per importi fino a 800 euro, sarai indirizzato al sito di Scala Pay e guidato a completare l'acquisto che verrà subito confermato ad approvazione dei dati inseriti correttamente.